Loading color scheme

Accogliere un animale domestico in famiglia...

bimbo_cane.jpg

Capita ad ogni genitore di sentirsi chiedere, almeno una volta nella vita: “mi prendi un cagnolino/gattino?”. Avere un animale domestico è, infatti, un desiderio per molti bambini, che sognano di avere un compagno tutto loro con cui giocare.

Varie ricerche evidenziano come crescere a contatto con un animale sia salutare per i bambini, non solo a livello ludico, ma anche educativo, in quanto sviluppano maggior senso di responsabilità, empatia e capacità di accudimento, ma accogliere un cucciolo presuppone anche una sorta di ri-organizzazione della famiglia, che deve prepararsi al nuovo arrivo.

Di conseguenza, per scegliere l’animale giusto, ci sono una serie di fattori da tenere in considerazione, come accertarsi che sia un reale desiderio e non un capriccio passeggero (un conto è un bambino che vi chiede da lungo tempo un cucciolo, un altro è un bimbo che già dopo 2 minuti è stufo di accarezzare il cane del vicino).

A questo punto, è consigliabile scegliere l’animale più adeguato tenendo conto dei gusti del bambino (un pesce rosso non è la stessa cosa di un gattino); delle dimensioni della casa (piccola, grande, con o senza giardino); del tempo a disposizione (un cane, ad es., esce ogni mattina presto a fare i bisognini); le nostre finanze (costo previsto per accessori, cibo, veterinario, ecc.); le abitudini e necessità (ha bisogno di molta compagnia o può stare in casa da solo).

Se, dopo aver valutato tutti questi aspetti, alcuni animali sono stati scartati e rimangono in lizza solo tartarughe, criceti, pesciolini e uccellini e sappiamo che al nostro bambino pesciolini e tartarughe non appassionano molto, prima di acquistare un uccellino, è importante informarsi bene: quali sono le specie consigliate? Meglio uno o la coppia? Di cosa si cibano? Di che ambiente hanno bisogno? Chi può prendersi cura di loro in caso di assenza? Quanto tempo hanno bisogno di trascorrere con noi? Se, ad esempio, entrambi i genitori lavorano e i bambini sono impegnati quotidianamente in mille attività, ecco che il tempo da dedicare ad un animale diventa davvero esiguo.

Avere un animale domestico è sicuramente una grande gioia, fatta di tenerezza e di bei momenti insieme, ma è anche un impegno: in termini economici, di tempo, organizzativi, di attenzioni e di cure. Accogliere un nuovo amico in famiglia può regalarci sorrisi e farci stare bene, ma siamo noi a scegliere di ospitarlo ed è pertanto nostra responsabilità prendercene cura.

a cura dott.ssa Camilla Targher
formatore, pedagogista e mediatore familiare

 


Girotondo
 riceve
i Patrocini dei Comuni
per le sue finalità socio/educative
a sostegno della Comunità

Esce a Marzo - Maggio
Settembre - Dicembre

In ogni numero informa 
sul mondo dei bambini
per aiutare i genitori
a comprenderli meglio

Il Comitato Etico Scientifico 
supervisiona tutti gli articoli,
a garanzia della tutela all’infanzia
e di una genitorialità consapevole,
valori a cui Girotondo si riferisce
come Associazione