Loading color scheme

chi mangia bene, ci vede meglio!

bambini_cibo_07.jpgMolti problemi alla vista possono aver origine da carenze nutrizionali, in particolare vitamine e sali minerali. Cattive abitudini alimentari possono infatti compromettere il nostro occhio e la nostra vista sia nell’immediato che nel futuro.

Ma tutto questo può essere prevenuto con una dieta varia e ricca di elementi preziosi per la vista: in questo caso è proprio vero, chi mangia bene ci vede meglio!

Quindi cosa dobbiamo mettere in tavola per aiutare i nostri occhi a svolgere al meglio la loro funzione? 

Largo spazio a vegetali, frutta e verdura, e pesce, seguendo quindi i criteri di una dieta varia ed equilibrata: questi alimenti aiutano a prevenire anche altre patologie, come le malattie metaboliche e cardiovascolari.

Vegetali e pesce migliorano l’acutezza visiva, aiutano in caso di affaticamento visivo e di secchezza oculare, riducono il rischio di glaucoma e di sviluppare cataratta, arrivando anche a proteggere la retina dal danno ossidativo e dalla degenerazione maculare. 

In questi cibi sono infatti presenti elementi che portano diretto beneficio alla vista: 

OMEGA3 acidi grassi polinsaturi molto importanti per gli occhi in quanto costituenti dei bastoncelli della retina, intervengono in vari processi retinici. Sono presenti soprattutto nel pesce, nell’olio di pesce e nei crostacei, noci e mandorle, semi di girasole lino e canapa, oli vegetali.

CAROTENOIDI pigmenti organici contenuti nei vegetali come la zucca, l’anguria, la carota, il pomodoro, il peperone, l’albicocca e il melone. Il più importante carotenoide è la luteina.

FLAVONOIDI sostanze antiossidanti ed antinvecchiamento presenti nella frutta (mele, fragole, mirtilli, pere, arance) e ortaggi (peperoni, ravanelli, cipolle). Studi recenti confermano l’importanza dei flavonoidi presenti nelle arance.

VITAMINE quelle associate agli occhi sono la vitamina A (carote, zucca, latte, uova, fegato e carne), vitamina B2 (fegato, cereali, lievito, uova) vitamina C (agrumi, in particolare il limone, vegetali a foglia larga, fragole peperoni pomodori e cavolfiori) vitamina E (cereali, mandorle, olio di mais e di germe di grano, nocciole).

SELENIO (carne, pesce, uova, broccoli, cavoli, funghi) e ZINCO (fegato, latte e derivati, ostriche).

Tutti questi elementi sono presenti in una sana dieta mediterranea, tipica delle nostre terre, con verdura e frutta fresche ed in abbondanza, pesce e carne. 

Non dimentichiamo poi che è necessario bere almeno un litro o più di acqua al giorno, proprio come facevano i nostri nonni dai quali abbiamo sempre da imparare, evitando l’assunzione di troppi grassi animali e zuccheri, il tutto sempre abbinato ad una sana attività fisica. 

Una buona alimentazione non prescinde però dall’effettuare visite periodiche, importanti soprattutto per i nostri bambini, dall’oculista.

Si consiglia di cominciare dai 2-3 anni su consiglio del medico, per verificare il corretto sviluppo dell’apparato oculare in rapporto all’età ed evitare l’insorgere di problemi, utilizzando i mezzi più utili, come occhiali, lenti a contatto o altro, solo quando necessari. 

Per mantenere gli occhi in salute e prevenire, per quanto possibile, l’insorgere di patologie e difetti della vista si passa anche dalla tavola. 

a cura dott. Massimo Bressan 
ortottista assistente di oftalmologia, ottico


Girotondo
 riceve
i Patrocini dei Comuni
per le sue finalità socio/educative
a sostegno della Comunità

Esce a Marzo - Maggio
Settembre - Dicembre

In ogni numero informa 
sul mondo dei bambini
per aiutare i genitori
a comprenderli meglio

Il Comitato Etico Scientifico 
supervisiona tutti gli articoli,
a garanzia della tutela all’infanzia
e di una genitorialità consapevole,
valori a cui Girotondo si riferisce
come Associazione