Facciamo Scuola Insieme

  • Comune di Palestrina
  • Comune di Bologna Quartiere San Vitale San Donato
  • Comune di San Cesareo
  • Comune di Zagarolo
  • Comune di Castenaso
  • Comune di Bologna Quartiere Savena
  • Comune di Castel San Pietro Romano
  • Comune di Casalecchio di Reno
  • Comune di Palestrina
  • Comune di Cave
  • Comune di San Lazzaro di Savena
  • Comune di Ozzano dell'Emilia
  • Comune di Bologna Quartiere Porto-Saragozza
  • Comune di Bologna Quartiere Santo Stefano
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

in viaggio con Maria Rita Parsi fra volontari e tempo donato: il miglior regalo da fare a se stessi

Parsi_MariaRita.jpg

Prosegue il confronto con Maria Rita Parsi, una delle psicoterapeute più apprezzate di Italia. Lo sguardo di questo numero è sugli altri e sull’esercito di volontari che ogni giorno regala un po’ del proprio tempo agli altri.

Parsi, che ritiene Girotondo «un buon punto di riferimento per le famiglie perché, come ricorda un proverbio africano, per educare un bambino ci vuole un intero villaggio», è convinta che l’empatia sia in grado di salvare l’umanità al pari della medicina e della buona politica: «Il servizio civile dovrebbe essere obbligatorio per tutti i ragazzi e le ragazze che hanno raggiunto la maggiore età e durare due anni, magari con pause da programmare in base alle caratteristiche di ciascuno».

Professoressa, come si avvicinano i ragazzi al volontariato? «Il volontariato nasce dall’empatia e si poggia sulla capacità di “calarsi nei panni degli altri”. L’empatia significa che io mi mobilito, perché non sono indifferente al dolore e ai problemi degli altri. Non penso solo a me, ma mi metto in contatto con le richieste altrui. Questo sentire si impara in famiglia, per osmosi. È lo specchio, anche socialmente, di cosa produce un buon nucleo familiare. Se i coniugi sono empatici perché capiscono le necessità dell’altro, si rispettano e aiutano a vicenda, lo saranno anche i loro figli. Se hai in casa un esempio di convivenza e integrazione, lo riproponi fuori».

Qual è la forza dell’empatia? «L’empatia è una lotta forte e pacifica contro l’apatia, l’indifferenza, la mancanza di sensibilità e il fastidio profondo per ciò e per chi è diverso o che, semplicemente, non va ad aggiungere sostanza economica e sociale alle mie sostanze. Il saper dare agli altri e partecipare in prima persona ad una qualsiasi attività di volontariato diventa allora un impegno prezioso per la società oltre che una fonte di sgravio delle spese della comunità. Empatia fa rima con buona economia. Un do senza aspettarmi un des, un porgere una mano laddove c’è una carenza che, alla fine, mette in moto un circuito virtuoso, un modello di accoglienza che produce conoscenza e benessere. Per ciascuno e per tutti. Proprio perché sono stato gratuitamente disponibile, il mio aiuto tornerà indietro quando sarò io ad aver bisogno».

Come può un bambino che non ha una famiglia “virtuosa” diventare solidale? «Purtroppo quel bambino non si avvicinerà alla solidarietà. Se è cresciuto in un ambiente ambizioso, dove conta solo la riuscita, il denaro, la visibilità e la competizione, come potrà scaturire in lui l’empatia?».

Paradossalmente, dobbiamo sperare che impari la solidarietà altrove? «Sì. In questo la scuola è fondamentale perché deve e può essere il luogo in cui si impara il rispetto delle differenze, la solidarietà, la comunicazione riguardosa e diretta. Il luogo dove non si dovrebbe imparare solo a prendere buoni voti e a scalare le vette, ma l’unicità, il piacere e la bellezza del sapere».

La scuola è ancora una palestra di questo tipo? «Io lo spero e lotto da sempre per questo. Bisogna aver fiducia negli insegnanti e dare loro ogni possibile strumento per una costante formazione. Hanno un ruolo decisivo nella crescita dei nostri figli. È lì che i bambini vanno preparati all’inclusione e alla scoperta dell’altro».

Spesso si pensa al volontariato come a un’attività in via d’estinzione, è così? «Chi non vede l’enorme ricchezza offerta dal mondo delle associazioni guarda dalla parte sbagliata. Il mondo è pieno di persone che si mettono a servizio degli altri. Bisogna spingere i bambini a partecipare attivamente alla vita collettiva. In Italia l’associazionismo è ancora una risorsa sana. Ci sono, però, paesi che su questo sono molto più attenti. Da noi ad esempio, non sarebbe il caso di rendere obbligatorio il servizio civile? E i media non potrebbero dare spazio anche alle belle notizie, offrendo esempi di buone pratiche e solidarietà?»

a cura di Alessandra Testa giornalista, direttrice rivista Girotondo 

come disegnano i bambini la figura umana?

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e, se l’età lo permette, chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

nei disegni dei bambini, la casa che significa?

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e, se l’età lo permette, chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

Nei disegni e negli scarabocchi dei bambini che significato hanno la famiglia e gli alberi?

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e, se l’età lo permette, chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

Una finestra nella simbologia dei colori nei disegni e negli scarabocchi dei nostri bambini

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e, se l’età lo permette, chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

Le forme realizzate dai bambini nei loro disegni ci danno indicazioni su bisogni, richieste e ...

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

I colori usati dai bambini nei loro disegni ci danno indicazioni su personalità e stato psicofisico

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo ...

Il disegno è espressione di chi lo esegue

Il disegno è espressione di chi lo esegue:se un bambino ti mostra il suo, ti sta rivelando parte di se stesso! Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome ...

I disegni dei nostri bambini ci parlano del loro mondo e delle loro emozioni - 4

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al ...

I disegni dei nostri bambini ci parlano del loro mondo e delle loro emozioni - 3

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al ...

I disegni dei nostri bambini ci parlano del loro mondo e delle loro emozioni - 2

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino (in formato JPEG - max 4 disegni) indicando il nome e l’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete al vostro piccolo artista di dare un titolo al ...

A cosa servono gli scarabocchi?

A cosa servono gli scarabocchi? Quale interesse rivestono per i bambini? Vari esperti si sono negli anni interessati a quest’argomento... Una delle prime studiose, Marthe Bernson, psicologa, in un’opera di ...

I disegni dei nostri bambini ci parlano del loro mondo e delle loro emozioni - 1

Inviate lo scarabocchio o il disegno del vostro bambino(in JPEG, max 4 disegni) indicando il nome el’età dell’autore e... se l’età lo permette chiedete alvostro piccolo artista di dare un titolo al suo disegno!Li ...

E il foglio si copre di emozioni: i disegni dei nostri bambini ci parlano

Tutti i bambini del mondo scarabocchiano. Tutti i bambini del mondo disegnano. Cosa? La loro vita reale. In un periodo in cui per i bambini è difficile esprimere i sentimenti a parole, essi scarabocchiano. Per  ...

Disegni che parlano

a cura dei nostri esperti  vuoi saperne di più?   > approfondisci 

   

 

   Girotondo Kids

    SPAZIO D'ASCOLTO
   
GRATUITO 

               scopri cos'è>
    Spazio Ascolto

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner



    CONSIGLI
    DI LETTURA:

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
1157808
oggi143
ieri939
questa settimana5270
questo mese17503
totale visitatori1157808

A
A

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
Segui la nostra trasmissione