Loading color scheme

il disegno è per i bambini una valvola di sfogo!


Inviate il disegno o lo scarabocchio del vostro bambino indicando il nome e l’età chiedendo al vostro piccolo artista di dare un titolo al suo disegno! Li aspetto per spiegare cosa significano su: redazione@rivistagirotondo.it


Disegnare è, per il bambino, un momento di rilassamento emotivo, che utilizzano già intorno agli 11 mesi con dei piccoli scarabocchi, poi nel giro di poco tempo tende a preferire una mano rispetto all’altra (in questo non va mai corretto, ma va incoraggiato a utilizzare la mano con cui si trova più a suo agio). 

Prima dei tre anni non ha coscienza di poter rappresentare qualcosa: il bambino esprime nel disegno il suo stato interiore, disegnando cose che fanno parte della sua quotidianità, la famiglia, ad esempio, rappresenta le persone che gli sono accanto; mentre la casa è il luogo in cui cresce. L’esperienza personale, dunque, entra nel disegno. La simbologia, presente nei disegni dei bambini, non deve essere presa alla lettera, ma deve essere inserita in un’osservazione più ampia e personalizzata. 

disegno_mag2019_1.jpg1) Aniad, 7 anni: bimba dotata di notevole fantasia dove l’allegria e la gioia sprizzano da ogni elemento rappresentato. Il sole curiosamente rettangolare ha bocca serena finito con occhi birichini. Farfalle palloncini qua e là nuvolette compaiono in un cielo terso e fiori allegri delimitano la base. 

Ma l’elemento primario è l’albero (l’io della piccola) ben collocato al centro con un robusto tronco che termina in un ciuffo di chioma appena accennata. La piccola è ben consapevole della nuova realtà positiva che la circonda (proviene da un paese in guerra) ma teme delusioni allora si circonda da un arcobaleno per proteggersi da realtà negative. Indica forte maturità.

 disegno_mag2019_2.jpg2) Gli autori sono 3: Giacomo, Matteo e Paolo, 7 anni: essi riportano il racconto dell’insegnante che ha avuto la casa danneggiata da un forte temporale. Chi ha disegnato la famiglia in casa, chi parte della casa e ultimo, assai simpatico, l’interpretazione dell’insegnante molto coraggiosa che si inerpica su una scala con una sola gamba. E’ una visualizzazione decisamente affettiva ma realistica. 

 

 disegno_mag2019_3.jpg3) Giulia, 6 anni - il suo disegno è intitolato:  “il Mago e il Re”: il suo albero (io) è carico di frutti, quindi la piccola esprime l’idea di voler sapere, scoprire, col desiderio di essere attorniata da amicizie. E’ consigliabile indirizzarla ad attività sportive.


 
 

 disegno_mag2019_4.jpg4) Atai, 6 anni ha disegnato la favola che gli legge sempre la mamma: “Il Re e lo Spaventapasseri”: Atai è attento nel descrivere le  caratteristiche  dei personaggi, quindi prevale in lui  il concetto dell’ordine delle cose. Il suo <io> è l’albero con rami a raggera per indicare che è molto curioso e insaziabile di conoscere una realtà nuova.   

 

disegno_mag2019_5.jpg5) Sofia 5 anni ha disegnato la sua famiglia…  lei, il suo fratello Gemello Stefano, il fratellino piccolo Matteo e i genitori. E’ interessante come è rappresentata la famiglia… c’è armonia, serenità, il padre è molto amico dei figli. Dei gemelli Sofia è la più intraprendente. In famiglia si parla molto e con modalità da adulti e ciò trasmette tranquillità ai figli. 

 

 disegno_mag2019_6.jpg6) Esecuzioni parietale in una tomba egizia. Come si può notare potrebbe essere un’esecuzione di un bambino di oggi di 6 - 7 anni.

 

 

 

a cura di Anna Maria Casadei 
esperta nella lettura del disegno infantile e dello scarabocchio


Girotondo
 riceve
i Patrocini dei Comuni
per le sue finalità socio/educative
a sostegno della Comunità

Esce a Marzo - Maggio
Settembre - Dicembre

In ogni numero informa 
sul mondo dei bambini
per aiutare i genitori
a comprenderli meglio

Il Comitato Etico Scientifico 
supervisiona tutti gli articoli,
a garanzia della tutela all’infanzia
e di una genitorialità consapevole,
valori a cui Girotondo si riferisce
come Associazione