Facciamo Scuola Insieme

  • Comune di Ozzano dell'Emilia
  • Comune di Cave
  • Comune di Bologna Quartiere San Vitale San Donato
  • Comune di Bologna Quartiere Savena
  • Comune di Palestrina
  • Comune di Zagarolo
  • Comune di Castenaso
  • Comune di Casalecchio di Reno
  • Comune di San Lazzaro di Savena
  • Comune di San Cesareo
  • Comune di Bologna Quartiere Santo Stefano
  • Comune di Castel San Pietro Romano
  • Comune di Bologna Quartiere Porto-Saragozza
  • Comune di Palestrina
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

collaborare é la cultura per apprendere meglio

bambini_gioco_06.jpgI bambini apprendono meglio grazie al “ fare” e alla collaborazione fra loro: la cultura della collaborazione a scuola dá sempre ottimi frutti, predispone al lavoro di gruppo e previene atti futuri di bullismo.

A scuola si va per imparare, questo é ovvio. Ciò che ancora ci si chiede è invece quale sia il metodo migliore per apprendere. La mente dei bambini è come una spugna, Maria Montessori la definisce una «mente assorbente» perché è caratterizzata da una grandissima plasticità neuronale che le consente di assorbire ciò che riceve dall’ambiente circostante.

I bambini non sono ancora in grado di attivare, nei confronti di ciò che imparano le forme di resistenza del pensiero logico-razionale che arriva con la pre-adolescenza, quindi, se il primo requisito per l’apprendimento è un ambiente favorevole e stimolante, il secondo è lasciare che il bambino faccia esperienza attraverso l’esplorazione pratica.

Per imparare, infatti, il bambino ha la necessità fisiologica di avvicinarsi all’acquisizione di una competenza mettendo in gioco le proprie risorse.

Il processo di apprendimento è dunque un processo necessariamente lento e diverso per ogni bambino: può accadere che un alunno provi e riprovi, sbagli e, improvvisamente, capisca. Questi passaggi sono fondamentali e, sostanzialmente, è proprio sbagliando e riprovando che si impara.

Inoltre i bambini, più che dagli adulti, imparano dai coetanei: è quello una competenza leggermente superiore che attiva l’imitazione permettendo al bambino stesso di riconoscersi nel proprio potenziale di sviluppo: osservo un compagno che è in grado di disegnare un elefante e riconosco nella sua competenza anche un mio potenziale. Ci provo, faccio pratica, magari sbaglio, ma alla fine ci riesco. Apprendere in gruppo, stimolare e attivare processi di interazione reciproca, anche conflittuale, consente lo sviluppo di dinamiche relazionali e sociali importantissime sul piano motivazionale, che favoriscono il successo didattico.

Il modello nord europeo è uno dei più studiati al mondo. Questo modello pedagogico prevede un approccio multidisciplinare sostituendo le “materie” scolastiche con aree tematiche o “argomenti” all’interno dei quali si affronta in modo trasversale lo studio di tutti gli aspetti che quel determinato tema coinvolge.

La scuola efficace è quella che sa trasformare la classe in un laboratorio di interazione continua e sistematica fra i bambini, che lavorano, insieme, in funzione di un’esperienza concreta e condivisa.

Una classe in grado di sostenere tutti i suoi alunni e di perseguire quello che dovrebbe essere il vero obiettivo della scuola, cioè l’apprendimento di tutti, quindi è importantissimo nei primi giorni di scuola costruire l’appartenenza al gruppo classe attraverso attività di carattere socio-affettivo che permettano agli alunni di riconoscersi tra loro, di costruire una coesione, un senso di appartenenza a una comune esperienza di apprendimento. In tal senso sono particolarmente utili le attività di ritualizzazione: all’inizio della giornata scolastica è importante dedicare un momento per ritrovarsi come gruppo; mantenere uno spazio per la gestione dei conflitti; scandire l’anno scolastico con momenti significativi e comuni (come la gita, lo spettacolo, la festa) in cui i bambini siano coinvolti in prima persona.

Esistono poi molti altri accorgimenti, come disporre i banchi in modo che prevalga la possibilità per gli alunni di lavorare insieme, di comunicare, di confrontarsi.

Quindi per concludere, meglio non cercare la scuola dove far vincere i nostri figli. Cerchiamo la scuola dove gli alunni collaborano per imparare assieme.

La cultura della collaborazione che impareranno da piccoli a scuola renderá i nostri figli piú capaci di affrontare le sfide che il futuro gli riserva. Un futuro che sará sempre piú votato a un lavoro “in team” e alla capacitá di ogni individuo di poter collaborare con gli altri per arrivare ad un obiettivo comune. E’ questa la vera risorsa, “skill” che aumenterá in maneira esponenziale la possibilita per i nostri figli di lavorare in realtá di alto profilo.

Gli studenti nord-europei vengono organizzati in piccoli gruppi, affrontano problemi di diversa natura lavorando insieme e facendo esperienza diretta dei propri apprendimenti.

a cura della Redazione

in collaborazione con i propri esperti dell’infanzia

collaborare é la cultura per apprendere meglio

I bambini apprendono meglio grazie al “ fare” e alla collaborazione fra loro: la cultura della collaborazione a scuola dá sempre ottimi frutti, predispone al lavoro di gruppo e previene atti futuri di bullismo. A ...

i bambini di oggi saranno il mondo di domani...

Questo è un fatto Maggiori sono le cure che prestiamo oggi all’infanzia e maggiori sono le possibilità di un mondo migliore domani. Come possiamo far emergere nel bambino l’essere dell’uomo, con le sue qualità ...

riprendiamoci il diritto di avere un cuore

In questo mondo malato di violenza noi adulti proviamo vergogna nel manifestare le emozioni e cerchiamo di non mostrarle, come se fosse possibile e normale non averne affatto. Siamo convinti che non provare emozioni ...

Nonni, zii e zie lasciano le tracce nell’anima dei nipoti

Alcune persone sono punti cardinali rappresentano i nostri sentimenti e le nostre emozioni nella loro massima intensità. I nonni appartengono a questa categoria, “persone-casa” uniche, intime ed indimenticabili. I ...

Facendo esperienza è più bello imparare!!!

Tutti i genitori si sforzano di dare ogni giorno il meglio ai propri figli. Molti si prendono cura di ogni dettaglio, allacciando loro le scarpe, mettendo in ordine i giocattoli, preparando lo zaino per la scuola, ...

Nel futuro dei nostri bambini, dov’è il rispetto e l’ecosostenibilità?

“Abbiamo inventato una montagna di consumi superflui e li buttiamo… e viviamo comprando e buttando… e quello che stiamo sprecando è tempo di vita, perché quando io compro qualcosa, o lo fai tu – e non lo fai con il ...

Bambini che apprendono con amore? si grazie, per favore!

L’apprendimento è influenzato dalle emozioni e spesso un bambino impara perché ama. L’emozione la fa da regina, ognuno di noi sa quanto sia facile e bello imparare quello che ci fa sentire bene e capaci e quanto sia ...

Insegniamo ai nostri figli a essere felici...

A ognuna di noi madri è successo che incontrando una vecchia amica a passeggio con nostro figlio/a scattasse la fatidica gara a quale dei bimbi presentasse le caratteristiche migliori, quale fosse più bravo negli sport ...

Aiutiamo i nostri figli a trovare se stessi per essere felici

I figli appartengono alla vita. Non sono proprietà dei genitori. Diventano grandi grazie a una madre e un padre, che ne rispondono e che li curano, ma non sono un loro possesso. Sono persone. E come tali devono sempre ...

Giochi moderni e bambini: istruzioni per l’uso senza l’abuso

Il gioco è l’essenza stessa dell’infanzia l’età in cui si “impara la vita”; è un ponte fondamentale tra fantasia e realtà; uno strumento fondamentale di conoscenza di sé, del proprio corpo, degli oggetti e ...

La natura ci cura... prendiamocene cura !!!

LA MAGIA DELLA NASCITA...l’impegno della cura, la soddisfazione di veder crescere una piantina dalle proprie mani… Basterebbe questo per spiegare il perché dell’importanza di coltivare un orto insieme ai bambini, ma le ...

Come scegliere l'asilo giusto e le attività sportive più adatte?

Nel nostro territorio ci sono tantissimi asili a fronte di una popolazione locale di bambini di età prescolare forse non così numerosa... tutta questa concorrenza si traduce in un vantaggio per noi famiglie che possiamo ...

Regaliamo ai nostri figli un’estate di qualità ed emozioni

Quando finisce la scuola e arriva l'estate, per i bambini è ora di tuffarsi nel gioco assoluto e nel divertimento spensierato. Oddio finisce la scuola… Per i genitori è tempo di rimettere in moto la macchina ...

Una corretta alimentazione passa anche attraverso il biologico? Pro e contro

L’agricoltura biologica è quel tipo di agricoltura che utilizza concimi organici anziché fertilizzanti chimici, come si faceva una volta, e può ritenersi una valida alternativa ai sistemi di produzione intensiva, ...

Il regalo migliore per Natale? Il tuo tempo prezioso! I figli crescono troppo in fretta...

Prendiamo spunto da questa frase per riflettere sul significato dei regali ai giorni nostri. Ai tempi dei nostri nonni, i bambini aspettavano tutto l'anno il Natale per ricevere "IL" regalo. Era uno, e si faceva bastare ...

bullismo e cyberbullismo: gli insegnanti vedano, i genitori parlino, i compagni soccorrano!

Cos'è il bullismo? Si parla di “Bullismo” quando una singola persona o un gruppo di persone vengono più volte offese attraverso parole, forza, contatto fisico, gesti o smorfie da parte di uno o più individui. Nell’atto ...

Dossier

a cura della Redazione  in collaborazione con i propri esperti dell'infanzia 

   

 

   Girotondo Kids

    SPAZIO D'ASCOLTO
   
GRATUITO 

               scopri cos'è>
    Spazio Ascolto

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner



    CONSIGLI
    DI LETTURA:

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
1156107
oggi180
ieri786
questa settimana3569
questo mese15802
totale visitatori1156107

A
A

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

spazio fra banner

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
Segui la nostra trasmissione