Loading color scheme

 Oggi su Girotondo parliamo di:

frutta di stagione e di nutrienti facciamo il pienone!

frutti_stagione.jpgEcco i doni che la Terra ci regala: frutta e verdura,

In ogni stagione non perdiamo l’occasione...

In autunno, le foglie si colorano, le castagne, volano!

Nei ricci accovacciati son frutti ricchi in carboidrati, che ci danno tanta energia, da spendere in allegria!

Tra la frutta e la verdura, cachi, mele, pere ed uva, croccante frutta secca, che di vitamine e’ ricca; poi la zucca arancione, per tante ricette da stregone, il finocchio e il suo ciuffetto, nel risotto un bel funghetto.. Le olive andranno nel frantoio, che le trasformera’ in un olio!

In inverno che freddino, le foglie non fan piu’ da cappottino, a noi ci vuole un maglioncino, ma anche un buon spuntino....!

... Mandarino o clementino? Col kiwi o gli aranci eviterem di raffredarci, ricchi in vitamina C, non faremo piu’ ETCCI!

Con cavolfiori e broccoletti, niente piu’ fazzoletti!

Perché nei cibi di stagione i nutrienti sono tanti e sorridenti!

... E se ci trovi un lombrichino, ti avvisa che e’ tutto genuino!

E allora, merenda di stagione: un ‘’riccio’’ fatto con 1 fico e qualche chicco di uva, 1 mela con ‘’lombrichino’’ di uva, fogliette di insalata e un pezzetto di formaggio!

a cura dott.ssa Alessandra Augusti
biologa, nutrizionista

tradizione... che emozione!

bruschetta.jpgBambini sapete cos'è la tradizione?

E' come un vecchio scatolone ricco di storie, segreti e passioni, dialetti ed espressioni, sapori e buoni odori, abitudini e ricette, nonostante le lancette!!

E' la nonna che prepara il sugo al mattino, il suo profumo nel vicoletto del paesino, pane, olio e pomodoro per il nostro spuntino!

E’ la tavola imbandita con la famiglia in festa, il cappello di carta che nonno porta in testa,

Sono gli utensili che oggi non usiamo più, perché ce ne sono di migliori, o perché siamo diventati un po’ pigroni?

Hai mai visto un passino? Al sugo di pomodoro toglieva ogni semino... oggi lo compriamo già pronto in un barattolino!

E lo schiacciapatate? Per il purè!

Il mancinino, sapete, triturava i chicchi di caffè!

Sono i piatti tipici del nostro paese, il pesto genovese, l’orecchietta pugliese, dell’Emilia-Romagna è il tortellino, siciliano l’arancino, la ribollita toscana, la cacio e pepe romana, la pizza napoletana!

E’ la pasta fatta a mano, è il paesaggio italiano!

Ma lo ha ogni paesino, ogni regione, ciascuno nel mondo ha una sua tradizione!

Si conserva nel cuore, è un prezioso valore, e se condiviso, porta un sorriso! Chiedete a Nonni, zii, mamme e papini cosa mangiavano da bambini, oggi tutto è confezionato, già pronto, come si preparava invece un tempo? Tante cose sono migliorate, altre perdute, ma la tradizione non scompare, se ce la facciamo raccontare, e tante ricette antiche possiamo assaggiare!

La mia ricetta preferita, che mi preparava la mia nonnina a merenda, è la Panzanella, ecco gli ingredienti:

1 fetta di pane raffermo, ammorbidito con un po’ di acqua, e condito con dei bei pomodori freschi di stagione dell’orto, un filo di olio extravergine e una foglietta di basilico profumatissimo!

Ora tocca a voi!

a cura dott.ssa Alessandra Augusti
biologa, nutrizionista

missione spesa: un gioco a sorpresa!

nutrizione_gelato.jpg

Se un aiuto a mamma ci sentiamo di dare, sarà un po’ come mangiare... riempiremo la pancia di cose buone, allegria, amore e gustoso stupore! Bastano piccole cose, saranno sempre meravigliose!

Come aiutare la mamma a fare la spesa, puo’ diventare un gioco a sorpresa! Ricordiamole, innanzitutto, una borsa capiente, e la lista da tenere a mente!

Detective ora siam pronti a diventare, per ogni etichetta che andremo a spulciare!

Attenzione a zucchero e grassi come primo ingrediente, l’elenco più corto è quello vincente!

Di stagione verdura e frutta, nel carrello facciamo la scorta!

 

E per una merenda speciale, ecco cosa possiamo comprare:

lo yogurt bianco è quello migliore, lo coloreremo noi con tante sfumature!

Di succosa e dolce frutta strepitosa, croccanti mandorline, e cioccolato in goccioline!

Missione compiuta, ragazzi... La mamma, l‘ambiente e la salute vi ringraziano da pazzi!

Ed ora ci godiamo la nostra merenda: 1 yogurt bianco, 1 pugnetto di frutta secca (mandorle, noci, nocciole), 1 frutto fresco di stagione o miele o marmellata, goloso cioccolato, una bella coppetta e tanta, tanta fantasia!

a cura dott.ssa Alessandra Augusti
biologa, nutrizionista

 

Fantasia di verdure natalizie

Fantasia di verdure natalizie.jpgSapete bambini che le verdure ci permettono di preparare dei coloratissimi piatti per aprire il pasto?

È arrivato il Natale, presto andiamo a preparare! Nonni, zii, nipoti e cugini, sorelline e fratellini, Tutti insieme siederemo intorno al tavolo imbandito, in compagnia assaggeremo piatti da leccarsi il dito!

E tra racconti e risate, resoconti e chiacchierate, ecco che Gesù Bambino scalderà il nostro cuoricino!

Intanto prepariamo un antipasto di verdurine, per riempire già un pochetto le pancine, al forno, cremose o in padella, fresche o alla griglia, per gustarci poi tutto l’Amore della famiglia!

In più, ci aiutano a digerire meglio tutti i golosissimi cibi che ci saranno, aiutandoci anche a non esagerare con la forchetta, perché ci saremo saziati un po’ prima!

Non dimenticate che, dopo la Vigilia, ci saranno tantissimi altri pasti, fino alla Befana, in cui avremo occasione di mangiare tantissime altre bontà! E se iniziamo il pasto con qualche verdurina colorata, eviteremo anche un bel mal di pancia per aver mangiato troppo, avremo più tempo invece di farci tante risate e stare in compagnia della nostra famiglia!

Possiamo sorprenderli, ad esempio, con una bellissima Carota-Candela segnaposto, da sgranocchiare mentre aspettiamo il primo piatto! Cosa ci serve? Solo una carota per ciascun posto a tavola, e un bel peperone colorato con cui creare la base e la fiamma della nostra candela, insieme a qualche stuzzicadenti! Oppure, che ne dite di un Albero di Natale fatto di pisellini verdi, palline e fili di carota, stelline di zucca, e un tappetto di cavolfiori? Basterà prendere in prestito qualche verdurina cotta in cucina e, dopo aver messo insieme la “chioma”, aggiungeremo le decorazioni con le formine!

Tantissimi auguri di un sereno e felice Natale e Anno Nuovo, a voi e alle vostre famiglie!

a cura dott.ssa Alessandra Augusti
biologa, nutrizionista

 

La Rivista Girotondo e' distribuita gratis nelle scuole tu la ricevi?