Loading color scheme

Pierino e il lupo una favola per tutti

pierino_e_il_lupo.jpg

La favola musicale di Pierino e il Lupo è un classico della letteratura musicale per l’infanzia

e da decenni avvicina i bambini alla musica nelle interpretazioni di grandi orchestre e grandi attori: tra le voci che in Italia hanno dato vita alla storia annoveriamo, solo per citarne alcune: Arturo Brachetti, Roberto Benigni, Dario Fo, Lucio Dalla, Angelo Branduardi.

Nel lontano 1935 Sergej Prokof’ev era un compositore affermato, e quando nella primavera del 1936 incontra Natalja Satz, direttrice del Teatro Centrale per l’infanzia di Mosca, che gli propone l’idea di una “sinfonia per bambini”, il regime sovietico stalinista stava progressivamente riducendo la libertà di espressione degli artisti operanti in Russia. Prokof’ev accetta, ma ad una condizione: dovrà scrivere non solo la musica, ma anche la storia. Fu così che nacque Petja i volk (Pierino e il lupo), composto in due settimane di febbrile attività, ed eseguito per la prima volta il 2 maggio 1936 a Mosca, senza particolare clamore di critica.

Fu il pubblico statunitense a portare nell’olimpo della musica per l’infanzia la favola, tanto da portare il coreografo Adolphe Bolm ad ideare una variante della fiaba sotto forma di balletto ed il grande Walt Disney a produrne nel 1946 una versione animata.

La storia è semplice: Pierino è un piccolo eroe, circondato da amici (l’Uccellino, il Gatto, l’Anatra) e da alleati fedeli (il Nonno e i Cacciatori), insieme ai quali combatte un famelico nemico: il Lupo.

Attraverso questa favola Prokof’ev educa alla timbrica ed alla semantica musicale: ogni personaggio è rappresentato da uno strumento o da un piccolo gruppo di strumenti, e per ogni situazione il potere evocativo della musica crea una perfetta corrispondenza tra suoni ed immagini.

C’è poi chi, in una rilettura simbolica, vede nella fiaba un sarcasmo sotteso ad ironizzare sul grande dittatore russo, che ironia della sorte morì lo stesso giorno del compositore: il 5 marzo 1953.

Nel 2004 un Grammy Award è andato a Sophia Loren, Bill Clinton e Mikhail Gorbaciov per aver prestato le loro voci alla fiaba eseguita dalla Russian Simphony Orchestra sotto la direzione di Kent Nagano.

Ancora una volta la favola musicale unisce grandi e piccini in un racconto coinvolgente dal messaggio pacificatore. Da ascoltare e riascoltare, per tutta la famiglia.

a cura di Ester Corsi
tenured flute teacher

 


Girotondo
 riceve
i Patrocini dei Comuni
per le sue finalità socio/educative
a sostegno della Comunità

Esce a Marzo - Maggio
Settembre - Dicembre

In ogni numero informa 
sul mondo dei bambini
per aiutare i genitori
a comprenderli meglio

Il Comitato Etico Scientifico 
supervisiona tutti gli articoli,
a garanzia della tutela all’infanzia
e di una genitorialità consapevole,
valori a cui Girotondo si riferisce
come Associazione